La leggenda dei fiori d’arancio

sposa fiori

Sotto il sole di agosto molti di voi saranno alle prese con gli ultimissimi dettagli prima del grande giorno. Gli sposi di settembre magari si danno alla tintarella in attesa del tanto desiderato sì. Noi di SìlaSposi cerchiamo di distrarvi tutti con raccontandovi curiosità scovate qua e là sul mondo del matrimonio.

Sapete perché i fiori d’arancio sono simbolo per antonomasia delle nozze?

Secondo una leggenda, un giorno un re spagnolo ricevette in dono da una bellissima fanciulla un albero d’arancio che fece piantare nel giardino del castello.

Durante una visita alla corte spagnola, un ambasciatore incantato dalla bellezza dell’albero d’arancio e ammaliato dal suo profumo, chiese al re se potesse regalargliene un ramoscello.

Il sovrano rispose che non voleva dare a nessuno la sua preziosissima pianta.

addobbi-di-fiori-per-il-matrimonio-in-bianco

Nonostante il rifiuto, l’ambasciatore non si arrese, andò dal giardiniere del palazzo e gli chiese di spezzare un ramo dall’albero e darglielo. L’uomo esaudì la richiesta dell’ambasciatore e fu ricompensato con 50 monete d’oro. Con quel denaro il giardiniere poté finalmente, dare una dote alla propria figliola permettendole, così, di essere corteggiata e data in sposa.

La ragazza trovò finalmente marito e il giorno delle sue nozze decise di adornarsi i capelli con un ramoscello di fiori d’arancio così da rendere omaggio alla pianta che le aveva dato la possibilità di sposarsi ed essere felice.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *