Fiori per le tue nozze: l’Arte Floreale Florense di Gina Palmiere

  fiori_nozze

“La mia idea è che tutti hanno delle abilità creative, ma molto pochi le sanno usare”. (Cit. Akio Morita)

E sicuramente Gina Palmiere rientra tra coloro che sanno destreggiare le proprie abilità creativa.

Aspettando che la primavera finalmente esploda nella nostra incantevole Sila noi parliamo di fiori. Su SìlaSposi non lo facciamo mai a caso, cerchiamo per voi, che state per convolare a nozze, il meglio per rendere unico e indimenticabile il giorno più bello della vostra vita.

Se parliamo di allestimenti floreali l’Arte Floreale Florense di Gina Palmiere è garanzia di successo.

Il piccolo laboratorio a San Giovanni in Fiore di Gina Palmiere è accogliente e solare come la proprietaria, arredato con gusto e, in questo caso, non poteva essere diversamente.

foto_nozze

foto Raffaella Arena

“Chi lavora con i fiori non può che essere creativo – ci racconta Gina – questo è un mondo che ispira per varietà di colori, forme, profumi. Il mio lavoro mi piace tanto, ma la parte che amo di più della mia attività è vedere negli occhi delle ragazze che mi affidano gli allestimenti del loro matrimonio la meraviglia e la felicità. Sapere che le mie creazioni diventano il desiderio realizzato di qualcuno è una grande motivazione.”

E chi ha scelto Gina Palmiere lo rifarebbe.

Come Caterina: “Sono stata da Gina e le ho detto che il colore del mio matrimonio sarebbe stato il rosso. Poi, le ho detto “fai tu”. Si è occupata di tutto: dall’allestimento della casa dei miei genitori, l’auto, bouquet, fiori all’occhiello per il mio sposo, mio padre e i miei testimoni e ovviamente la chiesa. Ci siamo sposati nella piccola chiesetta di San Francesco a San Giovanni in Fiore e con quei meravigliosi boccioli rossi era un incanto.”

Una delle mie regole – dice Gina – è quella di rispettare i luoghi in cui avviene l’allestimento, penso, in particolar modo, alle bellissime chiese di San Giovanni in Fiore. I fiori che entrano in luoghi già così belli e preziosi sotto il punto di vista architettonico, devono esaltarne la bellezza senza esagerazioni inutili.

fiori_nozze

foto Raffaella Arena

L’arte non nasconde l’arte, ci permettiamo di aggiungere. Perché chiamare arte le creazioni di Gina non è esagerato.

Prima di lasciarci chiediamo a Gina un ultimo consiglio da lasciare alle future spose:

“Oggigiorno le future spose arrivano qui con le idee ben chiare, forse anche troppo: la foto del bouquet, i fiori per la sala ricevimento, per la chiesa, la prima volta entrano in negozio cariche di giornali e depliant e terribilmente stressate. Poi mi parlano e io gli chiedo qual è il fiore che hanno sempre preferito, partiamo da quello, spesso capisco che hanno solo bisogno di essere ascoltate e a quel punto si lasciano consigliare. Penso che farsi travolgere dall’ansia dei preparativi per le nozze rischia di far perdere di vista i propri desideri. Non nego che mi sento molto più a mio agio quando le clienti si aprano al confronto con le mie idee.”

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *